Ritorno a Salvador di Bahia e San Paolo

Ritorno a Salvador di Bahia. Che emozione incontrarla di nuovo: tanto sensuale, brillante, nera… più bella della prima volta ed avere anche la fortuna di incontrarvi di nuovo alcuni amici per un’ultima moqueca con macaxeira e feijoada insieme.
Ritorno a San Paolo. Che impressione incontrarla di nuovo: incessante, mutevole, cosmopolita… in un affannoso miscuglio di sguardi, culture, religioni, un cuore forte che mai smette di pulsare.
Poche ore e già si respira l’aria elettrizzante di un tramonto infuocato, di quelli che penetrano l’anima ed accecano i pensieri, già si cammina verso il dolce riposo della notte stellata, fiaccamente illuminata da una luna color miele…

Ritorno a Salvador di Bahia e San Paolo brasile

Salvador di Bahia e Itaparica

Spesso il caso gioca dei bellissimi scherzi: camminando per il centro di Salvador di Bahia incontriamo gli amici di Corumbá. Non ci eravamo trovati a Rio dove eravamo nella stessa spiaggia, ma tutto succede 2000 chilometri più a nord.
Primo assaggio di Nordeste, l’immensa regione del Brasile dove tutto si mescola e cambia volto…
L’isola di Itaparica si estende di fronte alla bahia de todos os santos. Ci perdiamo in lunghi racconti e nella visita del villaggio sull’isola, quindi è tardi quando tentiamo di prendere il traghetto per tornare a Salvador di Bahia. Dopo 3 ore di felice attesa, riusciamo a prendere l’ultimo passaggio, ma siamo talmente tanti sulla nave che dopo pochi metri ci areniamo e solo con grande fatica riprendiamo il breve tragitto fino al porto di Salvador di Bahia… brividi. Giunge la notte e per festeggiare il successo della nostra impresa, mangiamo una squisita moqueca de peixe, il piatto bahiano per eccellenza: olio di palma, palombo, latte di cocco, verdure, riso e farofa. Il Nordeste, anima nera, sensualità, sorrisi, musica e gusto.

salvador di bahia itaparica moqueca brasile