Ecuador-Perú, via Zumba

Quando le nostre amiche tedesche ci svegliano presto la mattina, comincia il viaggio da Vilcabamba verso la frontiera tra Ecuador e Perù. Il nostro percorso, passando per il villaggio di Zumba, segue una rotta inusuale. Dopo aver superato un valico che domina la valle di Vilcabamba, iniziamo una lunga discesa attraverso la giungla di montagna del Parco Nazionale Podocarpus. Il bus fa frequenti soste, spesso in villaggi fantasma, ma ci sono sempre persone che aspettano il nostro arrivo; in breve siamo travolti da una massa di gente, merci ed animali. Dopo circa 6 ore di viaggio giungiamo a Zumba, la prima meta’ del nostro percorso. Quasi 2 ore di camioneta ci separano dal confine peruviano, ma un ponte travolto dal fiume ci costringe a guadare: l’avventura si fa sempre più interessante! E’ ormai sera quando sbrighiamo le formalità immigratorie, presso il ponte internazionale di La Balsa. Ancora 2 ore di colectivo (per fugare i dubbi di altri viaggiatori: 12 soles, contrattabili a 10) ed arriviamo a San Ignacio, stanchi ma felici… Lasciamo l’Equador, un minuscolo stato latinoamericano che ci ha regalato delle esperienze indimenticabili e la speranza che possa esserci un futuro, quando un popolo ha il coraggio di lottare per i propri diritti. Ora il Perù, un gigante per bellezza e storia, la culla della civiltà Inca.

Camion e strade andine avventura Perù Ecuador Sud America

2 commenti su “Ecuador-Perú, via Zumba”

  1. Dany, siamo contenti di aver risvegliato i tuoi sogni di viaggio… speriamo che tu possa un giorno viaggiare in america latina, lungo le ande e specialmente in paesi come l’Ecuador, ospitali e solari.

  2. ho letto tutto di filato il vostro racconto di viaggio, lo stesso che desidero fare da quando ho memoria. Un sogno, grazie di avermi fatto viaggiare con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *